HOMEPAGE - NEWS - GALLERY - FILMATI - NEWSLETTER - FORUM

Supermoto

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 UN GRANDE SUPERMOTARD

 MA SOPRATTUTTO UNA GRANDE ORGANIZZAZIONE 

 

Una straordinaria gara motociclistica mai avvenuta in una “location” come questa. Piazza 1° Maggio non è mai stata così gremita di pubblico giovane e meno giovane come in questa occasione. Oltre 130 piloti si sono confrontati in diverse batterie che comprendevano più giri di pista su terreno misto, asfalto e sterrato, quest’ultima parte riportata con camion di terra e ghiaia su fondo preparato apposta per le particolari ruote di queste motociclette strane e maneggevoli come giocattoli ma potenti e sicure come poche altre.
Era la prima volta che i centauri della specialità definita “supermoto” si affrontavano in un contesto cittadino come questo. Enrico Valdemarin a capo dell’Easteam Supermotard, organizzatore delle prove di campionato che si svolgevano nella giornata, aveva pensato proprio a tutto. Un efficace transennamento della piazza facilitava la visione al folto pubblico accorso in una splendida giornata di sole, infatti, la collina del castello di Udine era gremita di giovani seduti sull’erba a osservare lo spettacolo inconsueto per la nostra città.
Ma Enrico aveva anche creato un’area appositamente organizzata affinchè i nuovi “Formatori” della FMI potessero nell’occasione fare lezioni di sicurezza stradale ai giovanissimi che si accingevano a conseguire a scuola, il certificato per l’idoneità alla guida del ciclomotore. La piazza era diventata una palestra per piloti atleti che con grande agonismo cercavano di conquistare un piazzamento ad ogni batteria e per giovanissimi che guardavano gli atleti in gara con la speranza di diventare un domani, dei campioni sulle due ruote.
A fine gara, diretta con competenza dal DdG Lucio Urbano, non sono mancati momenti di spettacolo che i piloti, in maniera spontanea, hanno realizzato per il pubblico facendo acrobazie che solo questo tipo di moto ti consente di fare.
Al calare della sera, tutto era tranquillo. I giovani si attardavano a commentare la gara; i commercianti chiedevano quando si sarebbe ripetuto un simile spettacolo che aveva riempito i loro locali; i piloti caricavano i furgoni fra risate e commenti; una bella festa era terminata con soddisfazione di tutti. Il giorno dopo, l’organizzazione aveva pulito la piazza dallo sterrato riportato con i camion alla sua destinazione originale e ogni cosa era tornata al suo posto. Veramente un grande lavoro dell’Easteam e dei suoi ragazzi, un lavoro che si può realizzare solamente se c’è grande passione e professionalità.
 

 

foto 1
foto 1
foto 2
foto 2
foto 3
foto 3
foto 4
foto 4
foto 5
foto 5
foto 6
foto 6
foto 7
foto 7
foto 8
foto 8