HOMEPAGE - NEWS - GALLERY - FILMATI - NEWSLETTER - FORUM

Dipartimento di Educazione Stradale

FMI (FEDERAZIONE MOTOCICLISTICA ITALIANA)

FIRMA IL CHARTER EUROPEO SULLA SICUREZZA STRADALE


 

E' stata fortemente sentita l’esigenza, da parte della Federazione Motociclistica Italiana, di assumere un impegno importante, con l’Unione Europea, per contribuire a raggiungere l'obiettivo di ridurre le vittime del 50 per cento entro il 2010. Impegnati anche tu, caro socio e dedica alla sicurezza un pò del tuo tempo, a diffondere messaggi sulla sicurezza stradale in ogni occasione possibile, in occasione di manifestazioni sportive agonistiche e mototuristiche. I nostri Formatori sono costantemente impegnati nei corsi di formazione teorico/pratica sia nele scuole che nei circuiti opportunamente dedicati.

Purtroppo siamo ancora pochi, contatta il tuo Moto Club e informati. Iscriviti ad un corso per Formatori, avrai la soddisfazione di insegnare ai giovanissimi che hanno appena ottenuto il patentino per la guida del ciclomotore, i modelli comportamentali più opportuni e l'utilizzo delle sicurezze, al fine di poter diventare utenti della strada veramente consapevoli e sicuri.


 

 

 

FMI FVG CON I FORMATORI DEL MC CITTA' DI UDINE

INIZIANO I PRIMI CORSI DI SICUREZZA STRADALE


 

Udine 2004 - Piazza 1° Maggio

Con un progetto intelligente e moderno, il Comitato regionale FMI del Friuli Venezia Giulia, presidente Giuliano Gemo, in collaborazione con la Provincia di Udine e ACI Udine, ha dato inizio alle lezioni di prove pratiche con i ciclomotori, per i possessori del Certificato di abilitazione alla guida del ciclomotore, cioè il tanto sospirato patentino.

L'area opportunamente disegnata in piazza 1° Maggio è stata gentilmente concessa dal Comune di Udine che ha messo a disposizione anche alcuni ciclomotori, grazie all'interessamento dell'Assessorato allo Sport. I Formatori del Moto Club Città di Udine, dopo aver allestito l'area interessata alla prova pratica, hanno dato inizio al corso istruendo 24 tra ragazzi e ragazze che avevano conseguito il patentino a scuola. A questo primo ed importante appuntamento, hanno partecipato anche i formatori dell'ACI di Udine.


Vai alla fotogallery


 

FORMATORI FMI FRIULI VENEZIA GIULIA

TERMINATI I CORSI DI EDUCAZIONE STRADALE

PRESSO GLI SPAZI DELL'ENTE FIERA DI UDINE 


 

Udine giugno 2009
Presso l’area dell’Ente Fiera di Udine, opportunamente allestita dai nostri Formatori si è svolta l’ultima giornata dedicata alla Sicurezza Stradale. Una serie di appuntamenti organizzati in collaborazione con la Provincia di Udine, l’ACU e il Dipartimento Sicurezza Stradale dalla Federazione Motociclistica Italiana rappresentato dal coordinatore regionale Flavio Zamò. Prima di far utilizzare il ciclomotore, i ragazzi hanno tutti assistito ad una lezione teorica durante la quale i formatori FMI/FVG hanno dato utili suggerimenti sulla scelta delle protezioni passive. E' stato spiegato come si indossa correttamente il casco, i guanti, le gomitiere e ginocchiere di protezione e l'abbigliamento del motociclista in genere, sul comportamento alla guida di un ciclomotore e sulla struttura tecnica del mezzo. Durante le prove gli allievi sono stati costantemente seguiti durante tutto il percorso, istruendoli sulle corrette tecniche di conduzione del mezzo a due ruote. Ci hanno gratificato con la loro visita alcune autorità che non sono volute mancare a questo ultimo appuntamento formativo per i ragazzi delle scuole:
Mario Pittoni, Senatore della Repubblica Italiana,
Roberto Novelli, Consigliere Regionale FVG,
Enzo Fattori, coordinatore Provinciale Istituto di Educazione Fisica,
Gemo Giuliano, Vice Presidente del CONI Regionale,
Andrea Mascarin, Consigliere Nazionale FMI,
Mario Volpe, Presidente Regionale FMI,
Maurizio Chittaro, Vice Presidente Regionale FMI,
Luigi Paulini, segretario del Panathlon Club Udine, ha esposto il labaro del Club, lo ringraziamo per averci salutato a nome di questo prestigioso sodalizio che rappresenta con i suoi iscritti moltissimi uomini di sport.
I nostri Formatori impegnati in questo anno scolastico sono stati:
Flavio Zamò, Andrea Melosso, Eros Marcuzzi, Gaetano Cippone, Enrico Ragogna, Roberto Somma, Emilio Andreoli, Gabriele Silino.
Un bel finale per l’anno scolastico che volge alla fine, un grande lavoro svolto con molto impegno dai nostri formatori che hanno saputo superare innumerevoli difficoltà di carattere logistico incontrate nei diversi appuntamenti 2009.
A tutti questi ragazzi va il nostro ringraziamento per l’impegno profuso e l’appuntamento per il prossimo anno scolastico, affinché le finalità di questo ottimo progetto, vengano riconosciute sempre di più per il loro alto valore formativo.


Vai alla fotogallery


 

 

GORIZIA

NASCE IL PRIMO CIRCUITO SCUOLA IN REGIONE FVG


 

Gorizia, 26 marzo 2011

 

La vocazione sportiva della città di Gorizia e del suo territorio, comprende dal punto di vista dell’impiantistica un’ampia offerta di situazioni interessanti. Il primo livello è quello di base al servizio delle attività sociali, ludico-sportive nei quartieri della città. In questo contesto nasce negli spazi adiacenti la MTC Goriziana il primo “Circuito Scuola” degno di questo nome a disposizione delle scuole e ,soprattutto, a disposizione dei Formatori del Friuli Venezia Giulia che mettono in campo la loro professionalità per realizzare le lezioni pratiche ai ragazzi che hanno appena acquisito il certificato di idoneità per la guida del ciclomotore.
Una prova pratica che diventa sempre più indispensabile per coloro, e sono moltissimi, che pur avendo il cosidetto “patentino” in tasca non sono mai saliti su un ciclomotore.
All’inaugurazione hanno partecipato le più alte cariche politiche civili e militari della Provincia di Gorizia e della regione FVG.
L’assessore regionale alle attività produttive Federica Seganti, ha portato il saluto per la regione FVG e dopo il classico taglio del nastro, ha voluto collaudare il circuito su un bel ciclomotore di colore rosa. Il dott. Enrico Gherghetta, presidente della Provincia di Gorizia, nel suo intervento, ha elogiato la motorizzazione per aver realizzato un circuito di così alto livello tecnico e di sicurezza sia per le biciclette che per i ciclomotori auspicandone l’utilizzo sempre più frequente per le scuole.
Con il gruppo formatori era presente il Consigliere Nazionale Andrea Mascarin, il coordinatore Flavio Zamò e altri sette formatori. Ha fatto gli onori di casa il direttore della MTC Gorizia ing. Roberto Kravos al quale è stato consegnato il gagliardetto della FMI in ricordo dell'inaugurazione. Presente il CONI FVG con Giuliano Gemo e numerose altre autorità civili e militari.

Testimonial per l'evento è stato il pilota motociclista Roberto Locatelli.


 Vai alla fotogallery

 


 

FORNI DI SOPRA

NON SCOMMETTERE SULLA TUA VITA
CONVEGNO SULLA SICUREZZA STRADALE

DEDICATO AI GIOVANI DAI 14 AI 18 ANNI

 

Forni di Sopra 24 ottobre 2014 

 

“Insegnare ai ragazzi tra i 14 e i 18 anni a guidare in sicurezza il ciclomotore e l’auto, ma soprattutto renderli consapevoli dei corretti modelli comportamentali, che si devono adottare quando si è alla guida di un mezzo a motore”. Con questo intento, il sindaco Lino Anziutti e l’ass. Giancarlo Dose, in rappresentanza del comune di Forni di Sopra, avvalendosi della collaborazione di formatori della Federazione Motociclistica Italiana hanno organizzato un convegno che si è tenuto all’auditorium del teatro comunale Cjasa dai Fornes, venerdì 24 ottobre 2014. Al convegno, durante il quale si sono visti interessanti filmati poi commentati dai relatori, hanno partecipato anche le forze dell’ordine, in particolare i Carabinieri. E’ stata molto apprezzata la presenza e l’intervento dell’ex pilota di Rally, più volte campione nella specialità, Gianni Marchiol e del Formatore FMI e ex pilota di aereo Giancarlo Tamburlini. Creare una cultura della sicurezza stradale tra i giovani è fondamentale soprattutto per le nuove generazioni. Forse è giunto il momento di realizzare anche nella nostra Provincia, come già è stato fatto in quella di Gorizia, una struttura con circuito adeguato all’istruzione della sicurezza stradale, in modo che si possano programmare corsi di educazione con continuità. Abbiamo assoluta necessità di un centro di guida sicura, per educare non soltanto i giovani ma anche gli adulti, che molto spesso non riescono a controllare i potenti mezzi su cui viaggiano, ha concluso Andrea Mascarin già consigliere nazionale della FMI, basterebbe prendere esempio dalla vicina Austria, che di centri di questo tipo ne possiede ben sei. 


 Vai alla fotogallery